La chitarra semiacustica: caratteristiche dello strumento e particolarità della scelta

Home » Blog » La chitarra semiacustica: caratteristiche dello strumento e particolarità della scelta


Donnerdeal US

La chitarra semiacustica è uno strumento che combina le migliori caratteristiche delle chitarre acustiche e quelle elettriche. È dotata di cassa di risonanza e pickup elettrici. I primi modelli delle chitarre così sono apparsi circa 90 anni fa e all’inizio si trattava di versioni ancora sperimentali. Invece, oggi molti grandi produttori hanno in catalogo questo tipo di strumento.

Quale chitarra semiacustica scegliere?

Le migliori chitarre semiacustiche sono ovviamente realizzate da produttori famosi. Al momento della scelta ti consigliamo di prestare attenzione ai modelli che rientrano nella fascia di prezzo da 400 a 1000 euro perché sono solitamente di alta qualità. I principianti potranno trovare le migliori semiacustiche di marchi come Gibson, Ibanez, Yamaha, PRS, Godin e Fender.

È importante però non confondere una chitarra semiacustica con una chitarra acustica elettrica. Quest’ultima è una chitarra acustica che è stata convertita in chitarra elettrica tramite l’installazione di pickup. È abbastanza forte da poterla suonare senza collegamento a una presa di corrente. Una semiacustica si differenzia per la presenza delle caratteristiche buche a forma di «F» sul corpo. Produce un suono inferiore rispetto alla chitarra acustica classica ma superiore alla chitarra elettrica non amplificata. Per la realizzazione dello strumento Gibson ha utilizzato la tecnologia solitamente impiegata per la costruzione dei violini. Questo ha in parte influenzato anche l’aspetto della semiacustica.

Oggi le chitarre semiacustiche hanno generalmente un corpo in acero laminato, ma è possibile trovare anche modelli in materiale composito. Il manico e la tastiera sono in palissandro o in altri legni. I pick-up disponibili sono single coil e humbucker.

Perché comprare una chitarra semiacustica?

Una chitarra semiacustica non è adatta a tutti. Ha un suono pulito, caldo e rotondo. È ottima per suonare 

  • rock leggero; 
  • pop-rock; 
  • jazz; 
  • blues. 

Alcuni chitarristi potrebbero scoprire, quindi, nuovi modi di suonare lo strumento. Le chitarre semiacustiche vanno bene anche quando si suona insieme ad altre persone.

Chitarre semiacustiche o chitarre jazz

Capita spesso che i musicisti principianti abbiano difficoltà a distinguere tra i tipi dello strumento. Alcuni principianti pensano che le chitarre jazz siano diverse dalle chitarre semiacustiche. In realtà si tratta dello stesso strumento. Quando 90 anni fa fu introdotta la Gibson semiacustica, era pensata principalmente per i musicisti jazz. Questi ultimi avevano bisogno di un suono più forte e la chitarra acustica convenzionale non era in grado di fornirlo.

Gli strumenti semiacustici Gibson sono ancora oggi in produzione. Offrono un design riconoscibile e una qualità impeccabile. Allo stesso tempo i musicisti potrebbero trovare analoghi di altri marchi che si sono uniti alla produzione di questi modelli decenni dopo. La chitarra semiacustica è caratterizzata da una tavola armonica lievemente bombata e dall’assenza di una buca rotonda.

Che tipo di suono ha una chitarra semiacustica non amplificata?

Una chitarra semiacustica ha un suono meno forte di una chitarra acustica ma è facile da suonare senza amplificazione: lo strumento suona più forte di una chitarra elettrica non amplificata. Questo è perché non ha bisogno di un amplificatore per produrre un buon suono. Il suono di questa chitarra è molto pulito, dolce e caldo.

Pro e contro delle chitarre semiacustiche

Prima di comprare una chitarra semiacustica vale la pena analizzare i pro e i contro di questo strumento. Alcuni dei vantaggi sono: 

  • Peso ridotto. Lo strumento è più leggero di una chitarra elettrica classica grazie al suo corpo cavo.
  • Si può suonare senza amplificatore. La semiacustica suona bene anche quando non è amplificata.
  • Ampie opportunità per il chitarrista. Il potenziale musicale di questa chitarra è per certi versi superiore ai classici modelli elettrici. L’acustica permette di ottenere un suono caratteristico, cioè vellutato e caldo.
  • Design elegante e austero allo stesso tempo. L’aspetto dello strumento non è cambiato molto dagli anni ’30 quando Gibson lo progettò.
  • Versatilità. La semiacustica è considerata uno strumento blues e jazz ma oggi la utilizzano con successo anche musicisti di altri stili.

Gli svantaggi di queste chitarre non sono molto numerosi, per lo più dipendono dai gusti personali. Alcuni musicisti gravitano verso stili più pesanti per i quali la semiacustica non è adatta. Inoltre, nonostante il suo peso ridotto lo strumento non è facile da trasportare a causa della grande cassa di risonanza. Queste chitarre potrebbero produrre fastidiosi fischi in caso di amplificazione – cosa che non piace a tutti. Tuttavia, alcuni chitarristi sperimentali potrebbero utilizzare tali effetti nella propria musica.

I modelli più interessanti

Oggi marchi come Gretch, Carvin, Stagg, Hagstrom, Epiphone, Guild, PRS, Godin, Fender, Jack & Danny, Ibanez, Yamaha, Washburn e Gibson producono le chitarre semiacustiche. Se lo desideri, puoi sicuramente trovare modelli di altri marchi. Quelli appena menzionati, però, sono i più rinomati. Senza dubbio sono loro a produrre le migliori chitarre semiacustiche.

Gibson ES-335

La Gibson ES-335 è un vero e proprio classico. Non rientra nella nostra fascia di prezzo ma ne vale comunque la pena. Si tratta di uno strumento del produttore che per primo ha pensato di produrre chitarre di questo tipo. La chitarra ha le seguenti caratteristiche: corpo cavo in acero con buche a “effe”, ponte fisso Tune-o-Matic, manico in mogano, due humbucker, selettore a tre posizioni. Lo strumento ha 22 tasti. È senz’altro una bellissima chitarra semiacustica, suonarla è un piacere. Ha una qualità impeccabile e un suono riconoscibile. In più, il prezzo delle vecchie Gibson aumenta con il tempo: questo strumento è da collezione.

Ibanez Artcore Custom AS103

L’Ibanez Artcore Custom AS103 è una chitarra economica con finiture di alta qualità. Lo strumento ha un corpo in acero laminato ed è decorato con toni chiari naturali. Il manico, anch’esso in acero, è incollato e ha una tastiera in palissandro. La chitarra ha due humbucker Ibanez Custom 58, così si possono fare dei brillanti assoli e delle esibizioni fantastiche nelle band.

Lo strumento a 22 tasti è protetto dal feedback. A giudicare dalle recensioni, è più adatto ai musicisti che apprezzano un suono potente e deciso. I chitarristi che intendono suonare qualcosa di più classico dovrebbero prendere in considerazione altri modelli. Questa chitarra ha un po’ un carattere da teppista.

Tra i vantaggi di questo strumento ci sono la cassa armonica compatta, il prezzo accessibile e i componenti di alta qualità. Possiamo assolutamente consigliare questo modello ai principianti.

PRS SE Custom 22 Semi-Hollow

La PRS SE Custom 22 Semi-Hollow è un modello relativamente giovane del produttore PRS. Il marchio però è già ben affermato. Questa chitarra semiacustica ha un prezzo accessibile, un design elegante e un’ampia gamma di possibilità musicali. Insomma, i principianti potrebbero tranquillamente scegliere dalla gamma PRS SE uno strumento che si adatti al loro budget e ai loro gusti. Il corpo di queste chitarre è in mogano, il manico è in acero. Lo strumento a 22 tasti ha 2 humbucker sul corpo.

I vantaggi della linea PRS SE sono il prezzo, la qualità discreta, il design in stile Fender Thinlines, la leggerezza e l’affidabilità delle finiture in argento. Non ci sono svantaggi se non quelle particolarità sono presenti in tutte le chitarre semiacustiche.

G&L Tribute ASAT Classic Bluesboy Semi-Hollow

La G&L Tribute ASAT Classic Bluesboy Semi-Hollow è una linea di chitarre considerate repliche Fender. Tuttavia, questo non è uno svantaggio. I musicisti più esperti preferiscono questo strumento perché ha un aspetto più maturo e molto bello dal punto di vista estetico. Lo strumento si distingue per le frequenze acute dolci, il suono vellutato, i ponti e i pickup di alta qualità. Per quanto riguarda il design, questo è probabilmente l’aspetto che avrebbe avuto la famigerata Fender Telecaster Thinline se fosse stata progettata da Leo Fender in persona. 

Fender Telecaster Thinline

La Fender Telecaster Thinline è un classico che, però, come la Gibson ES-335, non rientra nella nostra fascia di prezzo. È una versione semiacustica della Telecaster che non potevamo lasciare da parte. È adatta sia ai principianti che ai musicisti esperti. Le capacità di questo strumento sono davvero impressionanti. Il design della Telecaster Thinline è il modello di riferimento per molti produttori di strumenti. È il classico canone da seguire addirittura per i marchi più grandi e conosciuti. Una chitarra di questo tipo è il sogno di molti musicisti. 

Volendo, potresti sicuramente trovare altri modelli interessanti. Tuttavia, le chitarre di cui abbiamo parlato sopra sono le più versatili e combinano alta qualità e prezzo ragionevole.

Вы не можете скопировать содержимое этой страницы